da dove deriva questa parola??

Il termine "vampiro"  ha una probabile origine slava, riconducibile alla radice -pi (mago,stregone) e al verbo lituano wempti ( bere,succhiare).L a tradizione identifica il vampiro come un essere defunto che torna tra i vivi per succhiare il sangue, la sua linfa vitale. Non più vivo, non più defunto: il vampiro è un non-morto, un essere malefico che incarna l'atavico umano terrore dei morti che tornano

 

 

 

 

-Malesia:POLONG

-Cile:CHON CHON

 

 

 

"Mjertovjec" è il vampiro della piccola Russia, "Upir" quello polacco, "Vrukolaka" quello rumeno, greco e morlacco. Per i serbi è detto "Vurdalak", per gli albanesi "Sampir", per i bulgari "Norferat"

 

 

Per l'Europa il termine Vampiro

 

 

Secondo la versione più accreditata il termine Vampiro deriva da un manoscritto russo del 1047 circa in cui compariva la parola Upir.
Per l'esattezza il termine usato da un principe di Novgorodian era "Upir Lichyj" che è stato tradotto in: vampiro malvagio.
Da qui è stato coniato il termine Vampiro, che identificava uan creatura spietata che si nutriva a danno di: sangue o anima o carne, delle sue vittime.

Per il mondo tra folklore e leggende

 

 

IL mondo è pieno di vampiri; ce ne son in giro molti più di quanto se ne possano immaginare. Qui attraverserete come su un treno i cinque continenti, fermandosi là dove ce ne saranno da incontrare. Non troverete tutti i paese perché non tutti sono abitati dai vampiri.

CI sono molte teorie e la verità..chissà qual è quella giusta

Commenti: 0